Regione Veneto

PIANO DEGLI INTERVENTI - VARIANTE N.7 (superata da Variante n.16)

 

ELABORATI NON OGGETTO DI MODIFICA CON LA VARIANTE N. 7

RE Regolamento Edilizio agg.19/12/2014
NTO Norme Tecniche Operative ALLEGATO 1 Abaco edifici rurali
TAV. 15.1P Centro Brugine Schedatura Edifici SC 1:1000
TAV. 15.2P Centro Campagnola Schedatura Edifici SC 1:1000
TAV. 42.1 Schede centro storico 1
TAV. 42.2 Schede centro storico 2 
TAV. 42.3 Schede centro storico 3 
TAV. 33 Schedatura edifici in zona impropria 
TAV. 37 Schedatura attività produttive
Allegati alle N.T.O.  


ELABORATI OGGETTO DI MODIFICA CON LA VARIANTE N. 7 

00   Delibera Approvazione C.C. 45 del 22-10-2016 
00  Delibera di C.C. n. 23 del 15-6-2016- adozione 
00R2 Relazione generale settore primario 
01VAR. 02  Rel. VAR-VAS rev. 01 
02 NTO - VAR.7 -allineate-adozione - Rev. 01 
03 Ass. Idraulica  - Var. 7 
04 Dich. Vinca - Var. 7  
05 Schede analitiche edifici di interesse storico 
13.1.1 Zonizzazione Nord 
13.1.1b Nord pericolosità idraulica 
13.1.2 Zonizzazione Sud 
13.1.2b Sud pericolosità idraulica 
13.3.1 Brugine centro 
13.3.2 Campagnola centro 
13.3.3  Zona Artigianale 
13.3.4 Interventi in zona di edilizia diffusa  
A1-a Carta delle attività e strutture primarie 
A1-b Carta delle attività e delle strutture primarie 
A2- a Carta degli elementi fisici paesaggio agrario 
A2-b  Carta degli elementi fisici paesaggio agrario 
A3-a Carta della tutela investimenti e assetto fondiario 
A3-b Carta della tutela investimenti e assetto fondiario 

SI INFORMA la gentile utenza che con delibera di C.C. nr. 8 del 24/01/1986  il Comune di Brugine ha adottato un atto di indirizzo, ancor oggi valido e applicabile, in merito alla mancata omologazione da parte del Ministero dei LL.PP del nuovo Regolamento Edilizio adottato dal Comune di Brugine con delibera di C.C. 12 del 05/03/1955 che avrebbe dovuto sostituire quello vigente approvato dal Commissario Prefettizio nr. 23 del 15/12/1931. Stante quanto sopra, si ritiene che i richiedenti i titoli edilizi abilitativi (permessi di costruire, DIA, SCIA ecc) possano continuare ad applicare la prassi della dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà per dimostrare la legittimità di eventuali costruzioni preesistenti alla data del 30/08/1967 solo al di fuori della perimetrazione dei centri edificati, diversamente, permane l'obbligo di dimostrare all'interno dei due centri abitati (Brugine e Campagnola) l'esistenza di un titolo abilitativo per tutte quelle costruzioni realizzate dopo il 15/12/1931.


DELIBERA DI G.C. N. 21 DEL  14/02/2017 "VARIANTE PARZIALE N. 7 AL P.I. INERENTE LA DISCIPLINA DELLE ZONE AGRICOLE -ATTO DI RICOGNIZIONE DEGLI ELABORATI GRAFICI MODIFICATI IN ATTUAZIONE DELLA DELIBERA DI C.C. N. 45 DEL 22/10/2016

torna all'inizio del contenuto